Una poesia di John Keats, il poeta inglese il cui nome fu scritto sull’acqua.

Stella lucente! Fossi io fisso come tu sei —
Non in solitario splendore sospeso nella notte,
E osservando, con le eterne palpebre aperte,
Come di Natura paziente insonne Eremita,
Le mobili acque nel loro compito sacerdotale
Di pura abluzione attorno alle umane rive della terra,
O guardando la nuova soffice maschera
Di neve caduta sulle montagne e sulle brughiere —
No — sempre immobile, sempre eterno,
Adagiato sul seno acerbo del mio dolce amore,
Per sentirne sempre il suo tenue ondeggiare,
Sveglio per sempre in una dolce inquietudine
Fermo, fermo per ascoltare il suo lieve respiro,
E così vivere per sempre — oppure scivolare nella morte

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *