Lo so, lo so, ho finito gli esami di recente e ora ci si aspetta che io scriva un articolo divertente o incredibilmente noioso per la categoria “vivere il sogno britannico”. Ancora »

Mi sono tenuto ben occupato dal mio ultimo articolo (Febbraio? Accipicchia!), ad esempio non sono solo un membro della direzione di 2 associazioni studentesche, ma ne ho anche fondata una mia!

Quindi oggi impareremo come fondare un’associazione studentesca all’University of Essex.

ATTENZIONE: i passaggi potrebbero variare a seconda di Università e paese. L’autore non si assume responsabilità alcuna in caso di traumi, lesioni gravi, morte o ridicolo risultanti dall’utilizzo di queste istruzioni in un’università con regole differenti. Ancora »

Ormai diciamo che sono un veterano del nostro laboratorio, o almeno così mi piace pensare dopo un intero trimestre di camici e guanti. Il laboratorio è formato da due stanze nel dipartimento di Scienze Biologiche, ultimo piano. I microscopi sono in una stanza a parte.
La prima cosa da fare quando si ha un practical è arrivare in orario (ma va?) e aspettare pazientemente che aprano la porta cambiarsi in uno dei due stanzini e indossare il famoso camice e gli occhiali protettivi (ricevuti a inizio anno). Ancora »

Suppongo che avrei dovuto scrivere secoli fa questo articolo…
Comunque, le lezioni non sono assolutamente quello che pensavo. Ancora »

E così è finalmente iniziata la mia nuova vita nella mia nuova casa (musica melensa stile serie tv americana?).
Ovviamente siccome noi gli inglesi sono gente precisa, l’intera prima settimana non è dedicata al vano tentativo di ottenere il libretto universitario (cit. qualunque mio amico in Italia), ma a farti sentire benvenuto, a tuo agio, amato e coccolato (forse esagero un po’ in fondo non ti danno nemmeno la carta igienica…). Ancora »

Ci siamo, alla fine ho fatto quello che tutti gli studenti del liceo fanno dopo gli esami: ho scelto un corso di laurea così assurdo che non posso andare all’Università dietro casa.
Anzi, è talmente assurdo che non posso nemmeno rimanere in Italia, o sul “Continente”: mi trasferisco in Inghilterra (per i puristi: sì, nel senso di una specifica parte del Regno Unito).
Ma andiamo con ordine, chi ho dovuto guardare con occhi da cucciolo per arrivare dove sto per arrivare? Ancora »